Fantacalcio: Ibrahimovic sì, Robinho no (per ora)

di Marco Mancini Commenta

In molti si staranno chiedendo se è il caso di affidarsi ai due nuovi arrivi del Milan per quanto concerne il Fantacalcio. La risposta è semplice: Ibrahimovic lo si può ingaggiare sin da subito (a patto di avere molti Fantamilioni a disposizione, per la Gazzetta ne costa 40, 55 per Sky), per quanto riguarda Robinho è il caso di aspettare. Il suo costo è più contenuto (24 Gazzetta, 40 Sky), ma proviene da un’annata non semplice, non ha i ritmi del calcio europeo visto che proviene da 6 mesi di campionato brasiliano e poi, per ammissione dello stesso Allegri, non è ancora pronto. Più che qualche minuto non dovrebbe giocare oggi contro il Cesena, e quindi meglio puntare sugli altri tre attaccanti già in forma (Ibra aveva cominciato la stagione col Barcellona, quindi è già pronto).

Tornando alla giornata di campionato, notiamo che la squadra ad avere più problemi è la Roma, dove peraltro dovrebbe giocare sin dal primo minuto un altro “nuovo”, Marco Borriello. Ci sono molti infortuni tra i giallorossi, anche se la squadra è abituata a queste situazioni e contro il Cagliari non ci dovrebbero essere grossi problemi. Chi invece ha un enorme problema è la Sampdoria, dove Pazzini è in forse per una lombalgia, e non è detto che scenderà in campo contro la Juventus.

La nostra Fantaformazione prevede in porta Andujar, che come tutto il Catania quando gioca in casa ha molte chance di ottenere punteggi alti. I tre difensori di giornata sono Papastathopoulos, il quale sostituirà Nesta ma che farà valere la sua rapidità negli inserimenti nell’area avversaria, Radu che potrebbe sfruttare la scarsa vena sulle fasce del Bologna per qualche scorribanda offensiva, e Maggio apparso molto in forma nella prima giornata di campionato.

A centrocampo schieriamo Hamsik che potrebbe essere l’ago della bilancia contro il Bari, dato che corre il rischio di essere annullato, ma anche di giocare una gran partita se il filtro dei biancorossi non dovesse funzionare a dovere; poi D’Agostino, il quale pare trovarsi a suo agio come spalla di Gilardino, Guberti che potrebbe sfruttare la debolezza della Juventus sulle fasce difensive, ed infine Cambiasso che potrebbe sostituirsi a Sneijder il quale sarà sicuramente tallonato dai centrali di centrocampo dell’Udinese.

Il tridente prevede, come detto all’inizio, Ibrahimovic, il quale non poteva trovare un avversario migliore del Cesena per ri-esordire in serie A; Maxi Lopez, terminale offensivo di un Catania votato all’attacco, ed infine Zarate che in una difesa molto alta come quella del Bologna potrebbe creare molti problemi con la sua rapidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>