Fantacalcio: Fioccano i gol dei big, e i Fantallenatori sorridono

di Marco Mancini 3

Giornata normale, si diceva ieri, per i giocatori del Fantacalcio. I punteggi sono tornati ai livelli soliti (il più alto della Gazzetta è di 99,5), e nella top 11 ci sono 7 componenti delle big. Tutto normale, finalmente. Partendo dal presupposto che il 99% delle Fantasquadre si basa almeno per la metà su giocatori delle prime 5-6 squadre in classifica, e chi non lo fa è destinato a guardare i compagni dal basso, diamo un’occhiata a quei calciatori che finalmente avranno fatto fioccare i gol negli scontri diretti.

In porta, a mio avviso un pò esagerato, il migliore è stato eletto Julio Cesar. E’ la prima volta quest’anno che, senza bonus e malus, un portiere raggiunge l’8 in pagella. Sicuramente è meritato questo voto altissimo perchè il brasiliano dà sicurezza al suo reparto arretrato, e prende sempre pochissimi gol, ma le due parate fatte in tutta la partita non giustificano un voto così alto.


Il migliore giocatore in assoluto della giornata lo troviamo sulla linea difensiva. Si tratta del ceco Zdenek Grygera, autore del gol dell’1-0 contro il Genoa, e dell’assist del secondo gol. Il voto finale è 11,5, record per lui, che lo fa entrare nella classifica dei migliori difensori di quest’anno.
Sotto di lui due 9,5. Sono andati a Burdisso, ottimo sia in fase difensiva che in quella offensiva, e a Silvestri, al quale i giornalisti della Gazzetta hanno voluto riconoscere il più bel gol di giornata.

A centrocampo per un pelo non riesce ad entrare Ambrosini, 9,5 anche per lui, ma siccome la sua valutazione è 16 Fantamilioni, mentre Buscè ne vale 15, per un solo Fantamilione la maglia da titolare va al giocatore dell’Empoli, premiato per la sua partita tutto cuore. Sopra di loro due centrocampisti che hanno retto quasi da soli il reparto centrale della propria squadra, Simplicio e Perrotta, con l’azzurro premiato per aver segnato in uno degli stadi più difficili d’Italia.
Ma meglio di tutti ha fatto il gioiello del Milan Kakà, che senza l’assillo della Champions può liberare tutto il suo genio in campionato, e si vede subito, grazie alle grandi giocate, al gol e all’assist che portano l’asso brasiliano a quota 10,5. Finalmente i 28 Fantamilioni spesi per averlo in squadra cominciano a dare i primi frutti.

Tra gli attaccanti, spicca per la seconda settimana di fila il talento di Totti. Non gioca una partita eccezionale il capitano, ma tocca la palla due volte in tutta la gara, e la prima volta fornisce l’assist a Perrotta per l’1-0 e la seconda volta è lui a buttare la palla dentro. Insomma, meglio di così! Subito dietro di lui si attestano 3 giocatori a parimerito. Si tratta dei laziali Pandev e Rocchi, i soliti implacabili rapaci dell’area di rigore, e del “papero” Pato, ancora una volta l’unico a dare vivacità all’attacco rossonero.
Le due maglie da titolare vanno così al milanista, che costa 26 Fantamilioni (curiosità: in due mesi il suo costo è aumentato di 8, meglio di lui ha fatto solo Borriello, ma in più tempo), e a Pandev, dato che il suo costo è di 3 Fantamilioni inferiore a quello del collega d’attacco.
Peccato perchè per una volta che la Lazio gioca bene, una rarità quest’anno, nemmeno tutti i marcatori riescono ad entrare nella top 11. Evidentemente non è proprio l’annata giusta.

Commenti (3)

  1. Esagerato il voto di Julio Cesar, pochino il 6 a Doni con questo precedente. Direi che anche Felipe avrebbe meritato di più..

  2. penso che felipe abbia preso un voto basso perchè l’udinese ha fatto una partita scandalosa! comunque l’8 a Julio Cesar non l’ho proprio capito, evidentemente ad almeno un interista devono mettere un voto alto, e hanno deciso di metterlo a lui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>