Italia, Prandelli vuole prudenza contro Malta

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Il pareggio di ieri sera contro il Brasile ha lasciato strascichi positivi in casa Italia, nazionale autrice di una prestazione splendida che avrebbe meritato sicuramente di più di un semplice 2-2 in rimonta. Il commissario tecnico Cesare Prandelli, vero artefice di questa nuova Italia, si gode ovviamente il momento ma predica prudenza in vista della partita contro Malta di martedì, dove sono in palio tre punti quasi fondamentali per la qualificazione al Mondiale 2014. Prandelli ha parlato anche di Balotelli, che ieri aveva incoronato come possibile predestinato per diventare uno dei più cinque giocatori al mondo ma oggi invita alla calma, pur non smentendo quanto detto ieri sera.

BALOTELLI COME RIVA – In molti hanno avuto l’ardire di sottolineare come Balotelli potrebbe diventare il vero erede di Gigi Riva per la nazionale azzurra. Prandelli però preferisce considerare l’attaccante del Milan semplicemente…Balotelli. Riva, ha spiegato, è inarrivabile, trascinava da solo la squadra. Mario ha il merito di saper fare reparto da solo, ma gli manca quella sicurezza che contraddistingueva Riva. Prandelli ha comunque ammesso di essere rimasto contento del fatto che il giocatore si sia dato sei senza accontentarsi del gol. Le qualità non gli mancano e sono straordinarie, ma deve ancora fare molta strada.

MALTA – Prossima tappa, Malta. Una trasferta apparentemente abbordabile ma che proprio per questo non deve essere affatto sottovalutata. I complimenti per la partita di ieri sera, ha spiegato il mister, fanno piacere ma non regalano tre punti. Sulla nazionale avversaria poi aggiunge:

Insisto, Malta è più organizzata del Brasile, e io tra martedì e la partita di giugno a Praga voglio fare sei punti. Questa Italia ha cambiato mentalità, ma siamo solo all’inizio ma sono convinto che se andiamo avanti così batteremo anche squadre che ci sembrano imbattibili. Contro Malta sarà una sfida da non sottovalutare, alterneremo il 4-3-3 e il 4-3-1-2. Pirlo è stato preservato proprio per questa partita.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>