Confederations Cup 2013, Prandelli non vuole snobbarla

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Si terrà domani al Centro Congressi Anhembi di San Paolo il sorteggio che determinerà i gironi della Confederations Cup 2013, antipasto del Mondiale del 2014 in cui sarà impegnata anche l’Italia in quanto finalista dell’ultimo Europeo. La nazionale vincitrice, la Spagna, era già infatti qualificata come Campione del Mondo. Il commissario tecnico Cesare Prandelli ha spiegato che non intende sottovalutare una competizione che in passato ha scatenato forti polemiche circa la sua reale utilità, anche se ammette come sarà l’occasione per molti giovani di fare esperienza con la maglia azzurra.

SPAZIO AI GIOVANI – Prandelli spiega che rispetto due anni fa, c’è una visione più ottimistica riguardo il settore giovanile gestito da Arrigo Sacchi. È nato un gruppo di ragazzi molto interessanti legato all’Under 21, e si faranno di conseguenza le naturali considerazioni del caso per capire chi portare con sé alla Confederations Cup 2013 che si terrà a giugno in Brasile, e chi invece destinare all’Europeo di categoria. L’importante, aggiunge, è arrivare alla competizione con la giusta mentalità.

AVVERSARIE – Sono Brasile, Italia, Giappone, Messico, Spagna, Tahiti e Uruguay le nazionali certe della partecipazione alla coppa. Si attende solo di scoprire il nome della rappresentante africana, che uscirà il prossimo 10 febbraio dalla manifestazione sportiva continentale. Speriamo perlomeno di non ripetere la brutta figura rimediata alla Confederations Cup 2009.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>