Inter-Milan 6-5: derby spettacolo!

di Gioia Bò Commenta

Nella settimana che potrebbe consegnare lo scudetto all’Inter proprio in casa degli odiati cugini, ci sembra giusto ricordare un derby di quasi sessant’anni fa, il più spettacolare mai visto dalle parti di Milano.

Era il 6 novembre 1949 ed essendo ad inizio campionato non si poteva parlare ancora di tricolore da assegnare, ma quello che successe quel giorno sul campo di San Siro è entrato di diritto a far parte della leggenda del calcio meneghino.

Fior di campioni vestivano in quell’anno le casacche a strisce delle due squadre: Wilkes, Amadei, Lorenzi, Nyers per l’Inter; il trio delle meraviglie Gre-No-Li per il Milan. Le premesse per uno spettacolo degno di un derby c’erano tutte, ma chi si sarebbe mai aspettato di assistere a ben 11 gol?


Pronti via ed il Milan si ritrovava in vantaggio di due reti messe a segno da Candiani, un’ala che non rappresentava certo quanto di meglio la formazione rossonera potesse offrire. Sei minuti erano bastati all’armata milanista per sbriciolare le ambizioni dell’Inter, mentre sugli spalti vestiti di nerazzurro (l’Inter giocava in casa) lo sconforto cominciava a serpeggiare.

Il gol di Nyers da distanza ravvicinata fu solo un fuoco di paglia per l’Inter, costretta a subire il tre a uno prima della fine del tempo con il solito Gunnar Nordhal. Finita qui? No, questo era solo l’antipasto del gran buffet che sarebbe stato servito al pubblico nel secondo tempo.

Si riprende con il Milan non ancora pago del risultato raggiunto ed il missile di Liedholm portava il punteggio sul 4-1, che in qualunque altra situazione avrebbe tagliato le gambe ai poveri nerazzurri, ma trattandosi di un derby le forze si moltiplicavano e la speranza aveva ragione di esistere fino al novantesimo.

Due gol di Amadeo Amadei,, il fornaretto di Frascati, riportavano l’Inter in carreggiata, mentre dagli spalti cresceva l’incitamento a spingersi in avanti per raggiungere il pareggio. E pareggio fu grazie ad un rigore accordato per un fallo sullo scatenato Amadei e messo a segno da Nyers.

Ma otto gol non bastavano per il palato fine del pubblico milanese e Lorenzi segnava il gol che significava sorpasso. Incredibile: da 1-4 a 5-4! Finita? Non ancora. C’era spazio ancora per il pareggio milanista di Annovazzi, che sfruttava un’intesa perfetta tra Liedholm e Gren e insaccava alle spalle di Franzosi. Un solo minuto: capovolgimento di fronte, mischia in area, sbucava ancora Amidei e fissava il punteggio sul 6-5.

Una partita storica per il pubblico di fede nerazzurra, che spera di ripetere l’impresa domenica prossima. Ancora undici gol? Ne basterebbe uno in più dei cugini per ricucirsi sulla maglia lo scudetto e sarebbe una gran bella soddisfazione farlo proprio in uno stadio colorato di rossonero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>