Lazio, da Zarate ad Hernanes, quanti guai in casa biancoceleste

di Marco Mancini Commenta

Nella prima parte della stagione probabilmente è stata la squadra più bella vista in Serie A. Nella seconda parte invece, almeno in campionato, ha tenuto un passo da zona retrocessione e se non fosse stato per l’Europa si potrebbe dire che è in piena crisi. La Lazio è al momento come minimo in stato confusionale, ed il futuro non si prospetta di certo migliore. Anche perché continuano ad accaderne di tutti i colori.

Partiamo con il caso più caldo di questi ultimi giorni, quello che riguarda Zarate. L’attaccante argentino, si sa, non è mai andato a genio alla società biancoceleste. Tecnicamente è molto forte, ma non si comporta in modo molto professionale. L’ultima l’ha combinata la settimana scorsa quando, assente giustificato per problemi fisici, si è scoperto che non era partito per farsi curare, ma per prendere il sole sulle spiagge delle Maldive. Non appena la società lo ha scoperto, lo ha ufficialmente rimesso sul mercato (sostanzialmente però lo era già visto che Petkovic lo teneva fuori squadra), e lo ha multato (200 mila euro), anche se davanti alle telecamere si continua a ribadire che era tutto previsto e non ci sono state infrazioni. La speranza è che il suo cartellino non si sia troppo deprezzato, ed ora si cerca di scambiarlo con Anderson del Santos che, in tempi normali, costerebbe la metà di Zarate. Il problema è che se la trattativa non si chiude entro fine mese, è più probabile la rescissione che la cessione.

 RINNOVO HERNANES – Ma i problemi non finiscono qui. Anche l’anima della Lazio, Hernanes, potrebbe presto partire. Il brasiliano ha un contratto in scadenza nel 2015, ma la società vorrebbe rinnovarglielo per blindarlo. Il problema è che lui stesso non ha intenzione per ora di firmare (a meno che Lotito non gli raddoppi l’ingaggio), e per questo il presidente potrebbe decidere di venderlo la prossima estate per evitare di perderlo a prezzo scontato l’anno successivo. Su di lui ci sarebbero già Milan e Juventus che però preferirebbero aspettare un altro anno, dunque attenzione ai club stranieri come lo Zenit. Tra i calciatori in partenza c’è anche il giovane Rozzi, considerato fondamentale per il futuro biancoceleste, il quale è in scadenza ed è pronto a firmare per qualche altro club, e Biava il cui contratto ancora non è stato rinnovato.

Finito qui? Niente affatto perché, a parte il mercato, ci sono problemi anche in campo. Ieri Marchetti si è fatto male, ed anche se l’infortunio non è grave, dovrà restare fermo qualche giorno. Negli ultimi giorni si sono infortunati anche Mauri, Konko e Floccari, e mentre il primo potrebbe recuperare per domenica, gli altri due hanno bisogno di 2-3 settimane per il rientro. L’unica buona notizia è che Klose ha ripreso ad allenarsi, ma è solo uno spiraglio in un buio pesto.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>