Juventus, Agnelli attacca Abete

di Gioia Bò Commenta

Tutto cominciò con un rigore non assegnato alla Juventus nel recupero contro il Parma. A fine gara Antonio Conte fece sentire la propria voce, invocando la presenza in campo di arbitri preparati e disposti ad assumersi le proprie  responsabilità senza timore alcuno. Apriti cielo! Le critiche sono piovute da ogni parte ed un po’ tutti gli addetti ai lavori si sono sentiti in dovere di rispondere al tecnico bianconero. Non ultimo Giancarlo Abete, Presidente della Figc, che ora trova la controrisposta del numero uno della Vecchia Signora, Andrea Agnelli.

ABETE CONTRO CONTE. Abete si era detto infastidito dall’esternazione di Conte,

Le parole di Conte sono state abbastanza forti, anche se lui stesso ha evidenziato che fa parte del calcio rappresentare situazioni meritevoli di attenzione. Ci vorrebbe un comportamento coerente, sia dopo un torto subìto sia dopo un’ottima prestazione dell’arbitro. C’è un problema di fondo ed è l’impostazione di Nicchi e Braschi di far ruotare gli arbitri per far sì che non dirigano uno stesso club per più di un tot di partite, perché non è pensabile che alcuni abbiano solo arbitri internazionali. Gli arbitri ruotano e si può avere la concezione di essere diretti da un arbitro più o meno esperto, tenendo così i venti club nella stessa situazione.

INTERVENTO INOPPORTUNO. Parole forti quelle di Conte, parole inopportune quelle di Abete, stando almeno al pensiero di Andrea Agnelli:

Ho trovato l’intervento di Abete quanto meno inopportuno. O il presidente commenta le frasi di tutti gli allenatori tutte le settimane, oppure non lo fa mai. Commentare solo quelle di Conte mi è sembrata una mancanza di stile.

Abete si difende dall’attacco:

Penso di essere stato molto chiaro, anzi ho detto che alcune polemiche fanno parte delle logiche di accompagnamento ai grandi match e nel mondo del calcio sono normali. Se c’è una volontà strumentale a polemizzare non è la mia, come sempre per il ruolo che ricopro e al di là delle convinzioni ho il massimo equilibrio e rispetto per le dirigenze e i grandi club.

Il match Agnelli-Abete (o Juventus-Figc?) continua.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>