Juve, Marotta difende Conte e chiude a Ibrahimovic

di Giovanni Ferlazzo Commenta


Stanno facendo discutere nelle ultime ore le esternazioni di Antonio Conte che, infastidito dalle critiche ricevute in seguito alla super esultanza messa in mostra nella trasferta vittoriosa di Bologna, ha dichiarato che gli piacerebbe lasciare l’Italia ed allenare all’estero. L’amministratore delegato Beppe Marotta getta subito acqua sul fuoco e assicura che il tecnico non si muoverà dalla sua panchina. Parla inoltre del possibile approdo di Ibrahimovic, ma allo svedese chiude praticamente le porte in faccia.

CONTE – Intervistato da “Radio Anch’io Sport” su Radio1, Marotta ha spiegato che quelli di Conte sono piccoli eccessi di libertà da tollerare visto che si è trattato semplicemente di un’esultanza rivolta ai suoi tifosi senza mancare di rispetto agli avversari, senza contare che era stato più volte insultato dalla tribuna. Il calcio, aggiunge, è fatto anche di emozioni e reprimerle sarebbe un grave errore. All’argomento chiave, ovvero la possibilità che lasci la Juve, assicura che quella del tecnico è stata semplicemente un’esternazione istintiva legata a quanto successo prima e dopo la gara. Marotta descrive Conte come un ottimo allenatore e si augura resti a lungo perché il cammino da fare è ancora tanto. È perfettamente comprensibile del fatto che un tecnico non possa stare a vita in una società, quindi quando sarà stanco di vincere farà le sue considerazioni.

IBRAHIMOVIC – Non poteva mancare una dichiarazione su Zlatan Ibrahimovic, o meglio sulle considerazioni di Pavel Nedved riguardo le svedese che hanno fatto sognare in questi giorni i tifosi bianconeri. Marotta tiene però subito a precisare che probabilmente non se ne farà nulla:

Nedved ha esternato una valutazione tecnica, dicendo che Ibrahimovic è un campione, cosa che condivido. Cosa diversa è considerarlo un profilo da Juventus: i parametri che lo accompagnano non sono i nostri, per cui non sarà un giocatore da Juventus.

Capitolo chiuso o semplice depistaggio? Lo scopriremo in estate.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>