Juve – Inter 2012, Stramaccioni punta alla vittoria

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Juventus – Inter di domani sera è il derby d’Italia che finalmente parlerà di scudetto dai tempi del pre-Calciopoli. Dal ritorno della Juventus in Serie A in seguito alla retrocessione per le note vicende, le due squadre non si sono mai affrontate per lottare per l’obiettivo massimo, ma le squadre avevano fini e ambizioni di classifica differenti. Domani si torna a lottare per il massimo, e Andrea Stramaccioni, il giovane allenatore dei nerazzurri, ha le idee chiare: vincere.

VINCERE – Intervenuto oggi in conferenza stampa per presentare la sfida, Stramaccioni ha parlato in maniera molto chiara.

Stiamo attraversando un buon momento in termini di condizione fisica e risultati. Siamo cresciuti molto mentalmente e in questo ti aiutano i risultati positivi: abbiamo autostima e fiducia nelle nostre capacità, abbiamo le carte in regola per giocarcela. Loro hanno qualcosa di più consolidato e rodato e per noi sarà il passaggio più impegnativo per valutare i nostri progressi. Però non firmerei per un pareggio: siamo l’Inter e non sono mai entrato in campo per non vincere. Nessuna paura.

TATTICA – L’allenatore sta studiando come limitare la manovra offensiva solitamente coinvolgente della Juventus, e in particolare come fermare l’estro e la genialità palla al piede di Andrea Pirlo:

Pirlo è il giocatore della Juventus con maggiore qualità, quindi è normale avere qualche attenzione in più nei suoi riguardi per cercare di rendergli la vita difficile. Questo non vuol dire che ci sarà una marcatura a uomo, ma Andrea è sicuramente uno dei punti di forza. Bisogna anche considerare come loro siano decisivi con i due esterni del centrocampo: segnano grazie agli inserimenti, bisogna fare attenzione. Sono in grado di fare gol con tutti e sette i giocatori di movimento, esclusi i tre difensori, e anche coi tre difensori su palla inattiva. E tutti i loro centravanti hanno buone capacità tecniche, anche quelli più fisici. Formazione? Sono indecisissimo.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>