Lazio – Fiorentina 2-0: fotogallery

di Gioia Bò Commenta

Foto: AP/LaPresse

Quaranta punti messi in cascina, quota-salvezza raggiunta e controsorpasso sulla Roma (in attesa della gara di domani). La Lazio non può che esultare al termine del primo posticipo della ventiduesima giornata di campionato, anche se la gara contro la Fiorentina non ha offerto grandi emozioni agli infreddoliti spettatori dell’Olimpico. Edy Reja però è soddisfatto ed sprona i biancazzurri a far meglio per concludere la stagione al meglio, nella speranza di conquistare un posto in Europa:

Oggi abbiamo 40 punti, siamo salvi e di conseguenza quello che viene sarà in più. Lotteremo per l’Europa League, questo è il nostro obiettivo. Se lo centreremo avremo fatto un grande campionato.

L’eroe della serata è Kozac, che prima si procura e trasforma un rigore, poi va a raccogliere l’applauso della curva per aver concretizzato un’azione nata sull’asse Brocchi-Mauri-Sculli. Due gol in quattro minuti e partita di fatto chiusa già alla mezz’ora della seconda frazione di gioco, vista la poca incisività dei viola in fase di attacco. Il giovane attaccante cerca di godersi il momento positivo:

Io portafortuna della squadra? Non possiamo dirlo ma quando Reja mi chiama cerco di dare il massimo. Oggi ho provato grandi emozioni, è importante aver vinto.

Diverso l’umore in casa-Fiorentina, dove mister Mihajlovic appare piuttosto preoccupato:

Non mi rassegno mai, lotterò sino all’ultimo ma in questo momento non bisogna alzare la voce, bensì restare sereni e preparare la partita con il Genoa tra quattro giorni. Nei primi quindici minuti della ripresa, dopo l’ingresso di D’Agostino, avevamo la partita in pugno, anche se abbiamo creato poco davanti. Poi però il rigore subito ha cambiato il match: abbiamo provato a reagire ma abbiamo incassato anche il loro raddoppio. Dopo le ultime prestazioni c’è un po’ da preoccuparsi, ma dobbiamo restare sereni e continuare a lavorare. Ci siamo cacciati da soli in questa situazione e solo uniti possiamo uscirne.

In attesa della resurrezione di Gilardino & Co., godiamoci le immagini dell’anticipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>