Russia, Fabio Capello per la panchina

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Fabio Capello, dopo l’esperienza in Inghilterra, potrebbe guidare ora un’altra nazionale straniera: la Russia, uscita malamente da Euro 2012 nonostante le buone aspettative della vigilia. Il tecnico ha infatti già incontrato a Mosca la Federcalcio russa per discutere della possibilità, ma dovrà battere la concorrenza di altri 12 candidati, per una selezione definitiva che avverrà entro il 22 luglio.

PRESTIGIO – Il ministro dello sport locale, Vitali Mutko, ha ammesso i contatti con Fabio Capello ammettendo che sarebbe una eccellente opportunità per il prestigio della nazionale russa. Spiega però che bisogna valutare attentamente la cosa, perché potrebbe essere preferibile la scelta di un allenatore del posto che conosca la lingua e sappia farsi capire immediatamente dai giocatori: e anche per dare una certa identità “patriottica” alla nazionale.

Fabio Capello potrebbe essere una buona occasione per la nostra Nazionale perché sa vincere come insegna la sua storia. Parliamo di un tecnico al livello di Guus Hiddink. Ad ogni modo, entro il 22 luglio siamo costretti a prendere una decisione definitiva perché parte il campionato russo e il 15 agosto é in programma una partita amichevole, mentre il 7 settembre è prevista la prima partita della selezione per i mondiali, contro l’Irlanda del Nord. Preferiamo che il nuovo allenatore abbia tempo a sufficienza per conoscere i giocatori, per vedere cosa sta accadendo e stabilire il clima giusto.

La Russia ha bisogno di un rilancio dopo il flop europeo, nonostante la nazionale fosse partita tra le più ottimistiche previsioni specialmente al termine dell’amichevole con gli azzurri in cui uscì vincitore con un rotondo e netto 3-0. La figura di Fabio Capello darebbe lustro e immagine a un calcio che sta cercando lentamente di uscire da un difficile momento di mediocrità, e chissà magari con i giusti assetti e la capacità del tecnico di tirare fuori il meglio dai suoi calciatori, potrebbe anche togliersi qualche soddisfazione al prossimo mondiale.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>