Pirlo debutta in America e batte la squadra di Kakà

di Alba D'Alberto Commenta

Molti ex campioni italiani, ovvero molti campioni italiani che adesso in Italia devono lasciare spazio ai giovani, sono finiti nei campionati considerati minori. Si pensi a Del Piero che è andato in Australia e poi in India o a tutti quelli che sono andati proprio in India a ricordarsi quanto sono bravi palla al piede. 

C’è chi insomma non si rassegna al passare del tempo e trova molto complicato lasciare il campo di gioco, preferendo sperimentare nuove emozioni all’estero. Pirlo è uno di questi che dopo una carriera gloriosa conclusa con la Juventus adesso ha deciso di andare in America e il suo debutto è stato “stellare” con la vincita sulla squadra di Kakà.

Scrive la Gazzetta dello Sport:

Prima dell’ingresso di Pirlo, botta e risposta firmato da Larin, promettente 20enne nazionale canadese, e da Calle, servito da McNamara. Ancora Larin, al 60′, sfrutta una volata di Rivas per insaccare il 2-2. E’ il momento migliore di Orlando e se Rivas servisse Kakà in contropiede, invece di tirare, arriverebbe il sorpasso. L’ex milanista la prende male, mentre Pirlo si carica New York sulle spalle e avvia le azioni dell’allungo. Lo schema è sempre lo stesso: palla a liberare la corsa di Poku e assist del ghanese prima per Villa (doppietta del 3-2) e poi per McNamara, che realizza il 4-2. Sembra finita, ma Larin è scatenato e inventa il gran destro del 4-3. E’ il preludio a un finale palpitante.

Poi ancora sull’ingresso in campo del fuoriclasse ex bianconero:

Al minuto 56 di New York City-Orlando City, il pubblico dello Yankee Stadium si alza in piedi e tributa la standing ovation a una leggenda del calcio: Andrea Pirlo debutta nella Mls americana. Un saluto a Kakà, prestigioso avversario di giornata, e il fuoriclasse della Nazionale inizia a deliziare il pubblico della Grande Mela con lanci e tocchi vellutati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>