Bruno ha ordinato di ammazzare e fare a pezzi l’amante

di Marco Mancini Commenta

Dal Brasile giungono novità sulla vicenda che vede coinvolto il portiere del Flamengo Bruno Fernandes de Souza, sospettato di aver ucciso una modella con cui aveva avuto una relazione ed anche un figlio. A quanto pare la ragazza non era la sua ex fidanzata, ma secondo la stessa ammissione del calciatore, sposato con due figli, è stata solo una relazione fugace di una notte in cui malauguratamente si è rotto il preservativo, e per questo è nato il figlio illegittimo

Secondo la versione della ragazza, diffusa poco prima di sparire, i due erano invece amanti, e quando la donna ha scoperto di essere incinta ha voluto tenere il bambino perché innamorata dell’uomo e intenzionata a fargli riconoscere la paternità. Ma la storia è andata in maniera diversa da quanto previsto.

Ieri la svolta. Durante una perquisizione, la polizia di Rio ha scoperto un ragazzino di 17 anni che sapeva e ha raccontato tutto. Secondo la sua versione, Bruno avrebbe rapito la ragazza quasi un mese fa e consegnata ad alcuni suoi amici che facevano parte di una banda criminale, i quali hanno provveduto a strangolarla e a darla in pasto ad un branco di rottweiler. I resti poi sono stati dati alle fiamme. Ora il portiere ed uno dei responsabili dell’omicidio sono in carcere, e molto probabilmente, nonostante abbia solo 25 anni, di Bruno da oggi si parlerà come di un ex calciatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>