Abete dopo Inghilterra-Italia elogia Prandelli e il gruppo

di Stefano Rodinò Commenta

All’indomani della splendida prova degli azzurri, che hanno battutto l’Inghilterra ai calci di rigore guadagnando l’accesso alle semifinali di Euro 2012, il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete con un intervistaha voluto rivivere le emozioni della partita e fare i complimenti alla squadra e allo staff tecnico per il percorso che stanno portando avanti in questo Europeo di Polonia e Ucraina.

ELOGIO In un intervista rilasciata a Radio 1 il presidente della FIGC ha fotografato la gara sottolineando il meritato passaggio di turno per quanto si è visto in campo, e le scelte indovinate di Prandelli nello scegliere i rigoristi:

Nei supplementari e ai rigori le scelte di Prandelli si sono rivelate esatte. Abbiamo giocato meglio rispetto all’Inghilterra e al di là del successo è piaciuto il modo di affrontare la partita, il gioco espresso, la determinazione, tutti valori che vanno aggiunti al risultato finale. Abbiamo fatto la partita dal primo minuto, è andata bene e questa vittoria testimonia il lavoro del tecnico e l’applicazione dei giocatori che stanno facendo molto bene. Abbiamo meritato di vincere, mostrando la capacità di giocare una partita positiva, mettendo alle corde l’Inghilterra e questo va al di là del risultato finale

GIGI e ANDREA Indubbiamente due degli artefici principali di questa sofferta vittoria sono stati gli juventini Gigi Buffon (che parata su Johnson) e Andrea Pirlo, autore di un rigore straordinario che ha dato la carica a tutta la squadra e ha steso psicologicamente gli inglesi. Abete ha parole di elogio anche per questi due giocatori:

Buffon dà sicurezza a tutta la squadra, così come Pirlo forse abbiamo sottovalutato quale potesse essere il danno subito nel momento in cui non abbiamo potuto contare su loro due ai Mondiali sudafricani. A due anni di distanza hanno confermato di essere due giocatori eccezionali e non averli avuti a disposizione ha contato molto

BALOTELLI Anche Mario Balotelli, sempre al centro dell’attenzione, ha ricevuto parole di stima da parte del presidente della Federcalcio che riporta anche le parole di Platini, presente ieri in tribuna:

 In questa squadra ognuno ha il suo ruolo. Balotelli? Con lui la squadra fa più paura, è un pericolo costante. Mentre noi, da tifosi, ci disperavamo per qualche occasione non concretizzata, Platini ci ricordava che con Balotelli la squadra fa più paura e come tale condiziona l’assetto degli avversari

GERMANIA Infine era inevitabile pensare già alla prossima partita, che ci vedrà di fronte alla temibile Germania. Abete sottolinea come i nostri avversari avranno due giorni in più di risposo per preparare il match, ma è fiducioso che si possa fare bene anche contro Ozil e compagni:

Vediamo se qualche giocatore recupera da qualche acciacco. Speriamo di ovviare al minor tempo di riposo che abbiamo, siamo consapevoli della forza della Germania ma puntando anche sulla nostra tradizione possiamo cercare di fare la partita anche se due giorni di differenza in termini di riposo si sentono

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>