Venerdì giornata di scambi, ecco tutti i movimenti

di Marco Mancini 1

La giornata di ieri è stata forse quella più prolifica dal punto di vista del calciomercato degli ultimi due mesi. Una serie incredibile di passaggi di proprietà sono stati sottoscritti (5) ma ancor di più sono gli interessamenti delle squadre italiane per le stelle internazionali che potrebbero scuotere un calciomercato che sembra abbastanza addormentato ultimamente, a parte la vicenda Ronaldinho.

Le più scatenate delle ultime ore sono state le romane. La Lazio farà tornare in Italia il centrocampista brasiliano Matuzalem, in prestito dal Real Saragozza. Il centrocampista brasiliano aveva già vestito le maglie di Napoli, Piacenza e Brescia con ottimi risultati, per poi esplodere definitivamente con lo Shaktar in cui ha anche disputato la Champions League.

In uscita la Lazio invece vede partire il suo capitano, Luciano Zauri, preso in prestito dalla Fiorentina, che si sta accaparrando tutti i migliori difensori in circolazione. Il terzino non rientrava più nei piani di Delio Rossi, con cui ci sono stati diversi contrasti, ma Lotito non se l’è sentita di lasciarlo andare definitivamente, così l’ha mandato solo in prestito con diritto di riscatto, fissato a 3 milioni di euro. Ma nonostante il prestito, Zauri ha promesso di rimanere il più a lungo possibile a Firenze, cercando di riguadagnare il favore dei tifosi.


La Roma risponde con un’uscita eccellente, ma anche con un probabile acquisto che farebbe passare in secondo piano la vicenda Mutu. La vendita eccellente è quella di Ludovic Giuly. L’attaccante 32enne torna in patria, dopo 4 anni di vagabondaggi tra la Spagna e l’Italia. Giuly ha firmato un triennale con il Psg. Oggi si registra anche un’altra uscita minore, è quella di Antunes, mai sceso in campo con i giallorossi, che finisce in prestito al Lecce. L’acquisto che invece potrebbe essere sottoscritto a breve è quello di Julio Baptista, fortissimo attaccante del Real Madrid, che ha un pò di problemi con Schuster. Ernesto Bronzetti ha ammesso che i 15 milioni offerti (che potrebbero essere anche qualcuno in meno) dalla Roma potrebbero essere sufficienti, a Baptista l’opzione Roma non dispiace, e a Schuster piacerebbe liberarsi di qualcuno che potrebbe rovinargli lo spogliatoio.

L’ultimo acquisto della giornata è stato l’ingaggio di Nef da parte dell’Udinese, poco dopo che lo stesso Piacenza lo aveva riscattato a titolo definitivo.

Ma le rivelazioni più entusiasmanti devono ancora arrivare. C’è il rischio che si tratti di Fantacalcio, ma potrebbero anche avere uno sfondo di verità. La Juventus, dopo la forte opposizione dei tifosi all’acquisto di Stankovic, potrebbe cambiare rotta e puntare su un altro centrocampista esperto e infelice nella sua squadra, Clarence Seedorf, il cui rapporto con Ancelotti non è più idilliaco come nei primi anni. L’arrivo di Ronaldinho e la definitiva esplosione di Ambrosini potrebbero togliergli la maglia da titolare (tra l’altro Ronaldinho ha già detto che vuole la maglia numero 10, proprio quella di Seedorf). Così l’olandese potrebbe andarsene, e la Juve è pronta per approfittarne.

Un altro olandese è sui taccuini di mezza Europa, tra cui alcune squadre italiane. Ve ne avevamo già parlato precedentemente, si tratta di Royston Drenthe, il fenomeno dell’Under 21 oranje che quest’anno nel Real Madrid non ha trovato molto spazio. Secondo il solito Bronzetti la Fiorentina sarebbe la squadra più vicina all’acquisto del suo cartellino, probabilmente in prestito, visto che il Real non ci pensa proprio a perderlo definitivamente. Ma insieme ai viola ci sarebbero, secondo il quotidiano spagnolo Sport, anche la Juventus e la Roma. Addirittura i bianconeri non si accontenterebbero del prestito, ma vorrebbero almeno con la comproprietà partendo da una base di 10 milioni. Almeno stavolta i tifosi saranno contenti.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>