Ferrero show su Eder, manda l’Inter a quel paese

di Alba D'Alberto Commenta

Siamo ancora in tempo per parlare un po’ di calcio mercato e soprattutto per parlare di Ferrero che ama stare sotto i riflettori. Un presidente di una società sportiva importante, molto bizzarro e divertente anche se non tutti hanno il fegato di sopportare le sue uscite. L’ultima su Eder. 

Novità in casa Samp: l’attaccante della Nazionale, Soriano e De Silvestri rinnovano fino al 2020 ma la trattativa per Eder è stata gettata alle ortiche. Così racconta la Gazzetta dello Sport della conferenza stampa in cui Ferrero a ruota libera ha parlato delle azioni sul mercato della Samp, della cessione di Icardi e della seconda trattativa non andata a buon fine sempre con i neroazzurri:

“Icardi è stato venduto per poco – dice il presidente di oggi della Sampdoria, Massimo Ferrero -. Con me non succederà una cosa così. Sono un povero ricco che non ha bisogno di soldi. Sono venuto qui per vincere e per valorizzare. Per questo vi posso dire che Icardi svenduto a 10 milioni, visto che ne vale 50, non succederà più”. E poi la bordata: “L’Inter per Eder mi ha offerto 8 milioni e io ho detto: ‘Ma sono scemi? Ma vai a fare in c…’. Poi sono arrivati a 12; ma o mi danno i soldi che vale o ciao”.

Poi scrive la Gazzetta:

“Vorrei che Eder diventasse il Di Natale della Sampdoria”. Sull’attaccante, è intervenuto anche il presidente Ferrero: “Nel calcio ci sono giocatori ‘pippe’ pagati cento milioni, ma anche il valore di Eder è altissimo”. Buoni segnali anche da parte di De Silvestri, che fra due settimane dovrebbe tornare in gruppo con i blucerchiati: “Mi attende la visita decisiva per poter tornare in gruppo con i compagni. Poi, a quel punto, dovrò ritrovare la migliore condizione. Ce la farò a tornare anche in Nazionale”, il commento del difensore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>