Calcio estero, il City si riprende la vetta, manita Real

di Marco Mancini Commenta

Mario Balotelli è sempre più lontano dal Manchester City. Per la seconda partita consecutiva Mancini lo manda in tribuna, nonostante sia in forma, come ha dimostrato in nazionale. Ma stavolta il Mancio ha ragione visto che i suoi sostituti, Tevez e Aguero, segnano una doppietta a testa contro l’Aston Villa ed aprono alla grande la dodicesima giornata di Premier League.

Una giornata che registra due svarioni clamorosi, quelli di Chelsea e Manchester United. Di Matteo, in vista della sfida fondamentale di Champions League contro la Juventus, applica un forte turnover visto che l’avversario WBA non è che sia dei più temibili. Ma sbaglia i conti. Gli avversari infatti approfittano della mancanza di affiatamento di una squadra con metà squadra panchinara e con l’altra metà non al meglio (David Luiz e Fernando Torres hanno la testa altrove), e così segnano due volte. Di mezzo il gol dell’unico titolare concentrato, Hazard, ma non è sufficiente e fa perdere così la vetta della classifica. Ancora più clamorosa la sconfitta del Manchester United che si presenta a Norwich con i titolari (Rooney a parte). Ma i Red Devils sono spenti e così i padroni di casa segnano e si chiudono bene in difesa, mantenendo il clamoroso 1-0 fino alla fine. Tra le altre gare va segnalato lo spettacolare 5-2 dell’Arsenal nel derby col Tottenham e la vittoria del Liverpool sul Wigan che gli permette di allontanarsi dalla zona retrocessione.

LIGA – Il Barcellona è inarrestabile e pure con mezza squadra composta da panchinari vince l’undicesima partita su 12. Protagonista, manco a dirlo, è sempre lui, Lionel Messi, autore di una doppietta e di un assist per Song. Il Real può solo consolarsi specchiandosi in se stesso grazie all’ennesima manita, stavolta rifilata all’Atletico Bilbao in cui come sempre a Llorente viene concesso soltanto un tempo. Ma non è abbastanza visto che il risultato al suo ingresso è già sul 3-1, e dovrà soltanto sorbirsi gli altri due gol blancos.

ALTRI CAMPIONATI – Fa notizia l’1-1 del Bayern a Norimberga, vittima di un mezzo turnover e dell’assenza pesante di Robben per infortunio. Ma nonostante questo lo Schalke, secondo in classifica, non ne approfitta ma addirittura perde contro il Bayer Leverkusen e vede allontanarsi a +8 la vetta. Vincono solo l’Eintracht che lo aggancia al secondo posto, ed il Borussia Dortmund, anche se il campionato in Germania è già praticamente deciso. Il PSG invece senza Ibra non sa vincere. Dopo le polemiche arbitrali della settimana, contro il Rennes arriva un arbitraggio un po’ favorevole alla squadra di Ancelotti, anche se crediamo sia fatto in buona fede perché il direttore di gara sembrava essere andato in confusione più che voler favorirla. Dopo un buon primo tempo in cui i parigini erano passati in vantaggio con gol di Nenè, il Rennes prima pareggia, poi compie il sorpasso ma rimane in 9. La prima espulsione ci stava, ma la seconda no. A quel punto l’arbitro va in confusione e nel finale, durante l’assalto della squadra di Ancelotti, non concede un rigore al PSG. Risultato: senza Ibra non si segna ed oggi Marsiglia e Lione hanno l’opportunità di compiere il sorpasso in vetta.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>