Amichevoli internazionali, il Milan batte il Chelsea, Inter 1-1 col Celtic

di Marco Mancini Commenta

Saranno anche partiti Thiago Silva e Ibrahimovic, ma il Milan sembra reggere bene l’impatto. Nell’amichevole di ieri infatti i rossoneri riescono a battere anche il Chelsea, dopo aver fatto fuori lo Schalke ed altre avversarie di ottimo livello. La vittoria ha un valore ancora maggiore valutando che i Blues sono scesi in campo con la squadra titolare mentre Allegri ha schierato gli uomini migliori solo nel finale.

Nonostante si trattasse di amichevole, l’agonismo in campo non è mancato. Sarà che la nuova stagione è alle porte e comincia a salire la tensione, ma guardando i giocatori in campo non sembrava affatto di assistere ad una gara in cui non c’era nulla in palio. Il Milan parte con uno schema ad albero di Natale con Boateng ed Emanuelson dietro El Shaarawy, il Chelsea risponde con il classico 4-4-1-1 con cui ha vinto la Champions League, con Lukaku terminale offensivo e Torres entrato nella ripresa. Schierato dal primo minuto anche il neo acquisto Hazard.

Parte subito forte il Milan e va vicino al gol più volte. Il migliore in campo è Emanuelson che sfiora la rete due volte prima di trovarla. Nella ripresa poi Montolivo si è mosso bene in un ruolo non suo, quello di regista davanti alla difesa, ma si sono comportati tutti bene, anche i nazionali appena rientrati ed Acerbi che sta “prendendo le misure” della difesa.

CELTIC – INTER 1-1 – Nella giornata di ieri anche i cugini dell’Inter sono scesi in campo per l’ultima amichevole prima dell’Europa League, ed anche se il risultato non è stato dei migliori, Stramaccioni ha ottenuto indicazioni positive dalla squadra. La prima è che alla fine del periodo estivo l’Inter ha un bilancio molto positivo: zero sconfitte. La seconda è che il Celtic ieri festeggiava i 125 anni dalla fondazione e quindi ha fatto di tutto per vincere, di certo non era un’amichevole come le altre, e l’1-1 non è un brutto risultato. Bene anche lo spirito della squadra, mai doma e soprattutto intenta a lottare fino all’ultimo, come dimostra il gol del pareggio arrivato al novantesimo.

L’Inter è scesa in campo con 4-2-3-1 di Mourinhana memoria, con i nuovi acquisti titolari, tranne Mudingayi e Palacio entrati nella ripresa, ed un ottimo Sneijder che sembra in buona forma. La rete del pareggio è arrivata proprio dai piedi dell’argentino dopo un primo tempo di marca scozzese, in cui i nerazzurri sono sembrati in affanno, ed una ripresa giocata alla pari. Ed ora c’è l’Hajduk Spalato, cominciano le gare che contano.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>