Adriano : finalmente l’esordio nel Campionato Paulista

di Gioia Bò Commenta

Grande attesa oggi per l’inizio del Campionato Paulista, solitamente poco seguito da questa parte del mondo, ma più che mai interessante in questo inverno, per l’esordio di una nostra vecchia conoscenza, scesa in Brasile per curare il corpo e lo spirito e rimasto poi in patria a titolo di prestito.

Stiamo parlando di Adriano che stasera scenderà in campo con la maglia numero 10 del San Paolo -impegnato in trasferta sul campo del Guaratinguetà– per dimostrare di non essere un bidone e di meritare ancora il titolo di Imperatore.
Se lo augura la dirigenza del club, che ha puntato molto sul suo arrivo, costruendogli intorno una squadra solida, rafforzata dagli arrivi di Juninho (difensore goleador, arrivato dal Botafogo) e di Joilson, laterale molto apprezzato in Brasile.

Certo sarà dura contrastare squadre come il Palmeiras, il Corinthias, il Sao Caetano e soprattutto il Santos, vincitore degli ultimi due tornei, in un campionato, quello Paulista appunto, che è il più equilibrato tra quelli statali.


Ricordiamo per dovere di cronaca, che essendo il Brasile una repubblica federale, ogni stato ha il suo campionato, anche se sentiamo spesso parlare solo di quelli maggiori: il già citato Paulista, il Carioca (dello Stato di Rio de Janeiro), il Mineiro ed il Gaucho (dello Stato di Rio Grande do Sud). Tali campionati indipendenti si svolgono da gennaio ad inizio aprile, per designare la vincente in ogni singolo stato, mentre da aprile a dicembre si gioca il Campionato Brasiliano vero e proprio: 20 squadre con partite di andata e ritorno per definire le migliori quattro, che rappresenteranno il Brasile nelle competizioni del Sudamerica, insieme alla vincitrice della Copa do Brasil.

Calendario fitto di impegni quindi per il buon Adriano che da qui a dicembre dovrà dire addio agli eccessi della vita notturna ai quali si era abbandonato finora, difeso peraltro dalla società che continuava a ripetere “il giocatore è in vacanza”. Vacanza finita e da stasera si fa sul serio se si vuole contrastare la supremazia del Santos a livello statale e confermare quanto di buono fatto a livello nazionale dal San Paolo, vincitore delle ultime due edizioni.

Riuscirà il nostro eroe a riscattarsi? Lo sapremo a partire da stasera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>