Classifica senza errori arbitrali, Roma in Champions League e Palermo salvo

di Marco Mancini Commenta

In questi giorni continuano a montare le polemiche sulla presunta sudditanza psicologica degli arbitri italiani che avrebbero fatto di tutto per favorire il Milan e farlo andare in Champions League. Siamo così andati a ripredere tutti gli episodi arbitrali gravi dall’inizio dell’anno ed abbiamo ricalcolato la classifica senza questi errori. Per episodi gravi consideriamo ad esempio i rigori fischiati per errore (o non fischiati), i gol in fuorigioco o quelli annullati ingiustamente in partite il cui risultato finale prevedeva uno scarto minimo che, senza l’errore, sarebbe potuto essere differente. Andiamo a vedere cosa abbiamo scoperto.

Analizzando tutti gli episodi scopriamo che in effetti il Milan è stato molto aiutato, ma non è la squadra che ha ricevuto più errori a favore. Anche se fa molta meno polemica, è l’Udinese la squadra che, zitta zitta, ha ricevuto più “aiutini”, in particolare nel girone d’andata in cui le sono stati regalati ben 8 punti (nel ritorno solo uno). A seguire troviamo la Lazio con 8 punti regalati e solo terzo il Milan, insieme al Chievo, con 7. Tra le squadre più tartassate spicca la Roma a cui mancano ben 10 punti con i quali oggi sarebbe al terzo posto in classifica, seguita da Torino e Atalanta. Questa sarebbe la classifica senza errori arbitrali:

  1. Juventus 87 (0)
  2. Napoli 74 (-4)
  3. Roma 72 (+10)
  4. Fiorentina 70 (0)
  5. Milan 65 (-7)
  6. Udinese 55 (-9)
  7. Inter 53 (-1)
  8. Lazio 53 (-8)
  9. Catania 52 (-4)
  10. Parma 51 (+2)
  11. Torino 47 (+8)
  12. Atalanta 46 (+6)
  13. Sampdoria 46 (+4)
  14. Bologna 45 (+1)
  15. Cagliari 44 (-3)
  16. Chievo 38 (-7)
  17. Palermo 36 (+4)
  18. Genoa 35 (-3)
  19. Siena 31 (+1)
  20. Pescara 24 (+2)

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>