Roma – Fiorentina 3-0, Lamela trascina i giallorossi

di Giovanni Ferlazzo 1

Ottavi di finale Coppa Italia
Stadio Olimpico di Roma

Roma – Fiorentina 3-0

Reti: 8′ st e 21′ st Lamela (R); 30′ st Borini (R)

Luis Enrique non vuole snobbare la Coppa Italia, anzi le sue intenzioni annunciate alla vigilia sono abbastanza chiare: vuole portare nella bacheca della Roma il decimo trofeo nazionale. In campo allora va un tridente potenzialmente devastante formato da Totti, Lamela e Bojan.

La Fiorentina dal canto suo vuole dare un senso a una stagione finora non molto sfortunata. Delio Rossi torna dove lo scorso anno perse proprio la Coppa Italia in finale contro l’Inter, quando ancora allenava il Palermo. In avanti ci sono allora Jovetic e Ljajic, per tentare di scardinare la difesa romana.

PRIMO TEMPO – Parte meglio la Fiorentina che al dodicesimo ha una strepitosa occasione con Ljajic, lanciato splendidamente a rete da Jovetic. Il giocatore viola si trova davanti al portiere, ma un tocco in più lo costringe a una conclusione affrettata che viene ben respinta da Stekelenburg. Gli ospiti giocano alla grande, ma hanno il demerito di non concretizzare. Al diciottesimo, cross di Behrami, Montolivo sporca il pallone con il tacco ma non trova la porta. La sfera rimane in area, ci prova Jovetic ma non entra e la difesa può spazzare non senza qualche affanno. Trascinata dalle giocate di Lamela, la Roma esce alla distanza, e proprio con l’attaccante argentino costruisce la sua migliore occasione della partita al quarantesimo, con una conclusione sugli sviluppi di un calcio di punizione deviata dalla difesa avversaria che sfiora il palo alla sinistra di Neto.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa al contrario non c’è partita. A differenza del primo tempo, la Roma parte fortissimo e si porta meritatamente in vantaggio all’ottavo minuto con Lamela, bravo a sfruttare un rimpallo in area e battere Neto. Lo stesso argentino raddoppia poi al ventunesimo: servito da Totti dal limite dell’area, è veloce a progredire in verticale e infilare il portiere avversario. La partita in sostanza finisce qui, specialmente dopo il terzo gol della Roma, questa volta di Borini che sfrutta alla perfezione un errato disimpegno di Neto. Luis Enrique meritatamente ai quarti, dove ad attenderlo ci sarà Conte con la sua Juve.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>