Diramate le convocazioni per Pechino 2008

di Marco Mancini Commenta

Mercoledì vi avevamo anticipato che alla prossima spedizione olimpica della nazionale italiana ci sarà un solo fuori quota, e cioè il laziale Tommaso Rocchi. Poche ore fa Casiraghi ha diramato la lista dei restanti 21 che voleranno a Pechino, e c’è da avere buone speranze.

Magari anzichè un attaccante (con tutto il rispetto per Rocchi) avrebbe fatto meglio a convocare un centrocampista, visto che ad una prima occhiata è lì che gli azzurri potrebbero soffrire di più. Ma andando con ordine, partiamo dalla porta. Tra i pali, come da tradizione italiana, il portiere è sempre uno dei migliori della categoria. A Pechino quindi vedremo Viviano, portiere del Brescia che però è seguito da molti club europei, e il cui costo attuale è stimato intorno ai 12 milioni di euro, tantissimo per un portiere.


In panchina, a fargli da riserva, ci saranno Andrea Consigli, portiere prodigio dell’Atalanta, e Salvatore Sirigu, uno dei due calciatori provenienti dalla serie C.
L’altro lo troviamo tra i difensori, ed è Andrea Ranocchia, dell’Arezzo. Nonostante la categoria deficitaria, questo è uno dei pezzi pregiati del prossimo mercato, dato che anche lui è appetito da molte squadre, soprattutto ora che l’Arezzo ha fallito l’aggancio alla promozione. Ma probabilmente non sarà il titolare tra gli azzurri che possono vantare come centrali Criscito e Coda, ed esterni De Silvestri e De Ceglie. Insieme a loro ci saranno anche Motta e Bocchetti.

A centrocampo, dicevamo, c’è la minor qualità. Infatti tolto Montolivo, tutti gli altri devono ancora dimostrare il loro valore. Al centro sicuramente giocherà Nocerino, che è più un calciatore di quantità che di qualità, mentre le buone giocate, oltre che dal calciatore viola, dovranno venire dai piedi di Dessena e Abate, buone promesse del calcio italiano. Al centro ci sarà anche la concorrenza di Cigarini, che farà di tutto per mettersi in mostra per non giocare il prossimo anno in B, e di Marchisio, mentre in cabina di regia potrebbe esordire anche Candreva, di cui si parla molto bene, ma che ancora ha trovato poco spazio nel calcio che conta.

Tra gli attaccanti c’è solo l’imbarazzo della scelta. Infatti oltre a Rocchi compaiono Acquafresca, Giovinco e Rossi, che si contenderanno le maglie da titolare che Casiraghi metterà a loro disposizione, ed infine Russotto, che ha fatto bene nel Treviso, ma non ha l’esperienza che possono avere i suoi compagni di squadra. Certo, non saranno Pato e Messi, ma visti così gli azzurrini fanno ben sperare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>