Convocazioni in nazionale: Prandelli chiama Farina, il calciatore incorruttibile

di Marco Mancini Commenta

La sua storia ha fatto il giro d’Italia in poche ore. Si tratta di Simone Farina, classe ’82, professione difensore del Gubbio, squadra di Serie B. Il suo nome è salito agli onori della cronaca non per una grande partita o un bel gol, ma perché ha fatto molto di più: si è rifiutato di entrare nel giro delle scommesse clandestine ed ha denunciato tutto.

LA VICENDA – La vicenda è di quelle che ti fanno tirare un sospiro di sollievo perché ti fa capire come non siano tutti uguali. Farina lo scorso anno disputava il campionato di Lega Pro con il suo Gubbio. Fu avvicinato da Alessandro Zamperini, ora in carcere, per truccare una partita e far perdere la sua squadra con un largo punteggio. Gli furono offerti 200 mila euro, che ad un calciatore dei Lega Pro farebbero comodo visto che in quelle categorie non si guadagna molto, ma lui disse di no e denunciò tutto.

ORA E’ UN EROE – Un gesto coraggioso dato che dietro Zamperini c’era un’organizzazione internazionale che, si dice, sia persino coinvolta nel traffico di armi. Lui però ha voluto far prevalere l’onestà, e non appena si è saputo del suo gesto, in molti su internet lo hanno trattato da eroe. C’è persino chi ha proposto di convocarlo in nazionale, e Prandelli, che dal lato umano si è sempre dimostrato molto sensibile, non se l’è fatto ripetere due volte. Farina sarà convocato in nazionale per la prossima amichevole del 27 febbraio contro gli Stati Uniti.

Probabilmente non giocherà tutta la partita, ma fare il salto dalla Lega Pro alla nazionale, anche solo per gli allenamenti, probabilmente per un calciatore vale molto di più che vendersi per 200 mila euro. E per una volta, dopo tutto lo schifo che si è scoperto in questi giorni, ci sentiamo un po’ più orgogliosi di essere italiani.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>