Higuain espulso e in lacrime, il Napoli dice addio allo scudetto

di Alba D'Alberto 1

Higuain è stato espulso e non solo: non voleva uscire dal campo ed è stato trascinato fuori. È lui il simbolo di un Napoli che non ci sta a perdere lo scudetto così. Una guerra di nervi che è stata vinta dalla Vecchia Signora. 

La Juventus s’invola verso lo scudetto e il Napoli che ieri ha praticamente detto addio alla vetta della classifica, deve anche tenere a bada Roma e Inter. Sarri dovrà preoccuparsi di mantenere il giusto vantaggio sulla Roma a -4 dopo la vittoria del derby e l’Inter che adesso è sole 9 lunghezze dalla selezione partenopea.

Higuain è stato espulso, l’ultima volta era successo 1149 giorni fa. L’espulsione è stata causata dal nervosismo in campo e fuori dal campo. Insomma, quando in gioco c’è lo scudetto non può essere diversamente. Il problema è che Juventus ha vinto 20 partite su 21 ed è un po’ strano pensare di poter insidiare il suo primato. Ma il Napoli e Higuain ci hanno creduto fino alla fine. L’attaccante in questione era furioso e ha anche messo le mani sul petto dell’arbitro Irrati, poi le lacrime e la squadra che deve portarlo fuori dal campo.

Sarri sapeva che era una lotta “impossibile”

È la sesta volta che giochiamo dopo la Juve, con il macigno sulla testa di una loro vittoria.

Ma i suoi ragazzi fino alla fine hanno pensato di potercela fare e questo li rende assolutamente vincenti. Peccato che poi l’avversario sia una Juventus concreta che con Allegri non si è più fermata e peccato che poi il Napoli abbia perso cinque punti in sei partite, punti che sembrano pochi ma gli sono valsi l’addio allo scudetto. Il video di Higuain contro l’arbitro e del post espulsione.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>