Milan – Arsenal 4-0, rossoneri strepitosi a San Siro

di Giovanni Ferlazzo 14

 Andata ottavi di finale Champions League
Stadio Giuseppe Meazza di Milano

Milan – Arsenal 4-0

Reti: 15′ pt Boateng (M); 38′ pt e 4′ st Robinho (M); 34′ st Ibrahimovic (rig.) (M)

Riparte la Champions League anche per le italiane. Comincia il Milan, che sarà seguito la prossima settimana da Inter e Napoli, impegnato negli ottavi di finale di andata contro l’Arsenal a San Siro. Per i rossoneri c’è da sfatare il tabù inglese che dura ormai da due edizioni consecutive. I londinesi hanno già incontrato un’italiana in questa Champions League: l’Udinese di Guidolin, eliminata ai preliminari.

Nel Milan rientra Boateng che prende il ruolo di trequartista alle spalle di Ibrahimovic e Robinho. Van Persie è l’unica punta negli ospiti. In panchina c’è un certo Henry, all’ultima partita con i gunners dal suo breve ritorno.

 SUPER MILAN – Nel primo tempo i rossoneri sono uno spettacolo. Ispirato da un grande Ibrahimovic, che fornisce palloni da perfetto uomo-assist, il Milan mette alle corde un Arsenal che fa veramente fatica a produrre gioco, non messo benissimo in campo e sempre in constante difficoltà.

Non è un caso che al quarto d’ora arriva il vantaggio milanista con Boateng che realizza un gol dei suoi battendo da posizione defilata Szcezsny con uno strepitoso tiro al volo. I Campioni d’Italia continuano a fare la partita e trovano il meritato raddoppio al trentasettesimo. Ibra fugge via sulla sinistra sul filo del fuorigioco, mette in mezzo e trova Robinho che di testa insacca alle spalle del portiere avversario. Lo svedese si inventa anche due splendide aperture nel finale per Boateng e Antonini, ma in entrambi i casi non si concretizza il 3-0.

POKER – Nella ripresa la musica non cambia. Il Milan continua a dominare senza appello e sigla subito il tris al quarto minuto con Robinho, che trova l’angolino basso alla destra del portiere ospite con un bel tiro dal limite dell’area. L’Arsenal prova una timida reazione intorno la metà del tempo, quando prova ad approfittare di un momentaneo calo dei padroni di casa, apparsi comunque mai in difficoltà. Wenger all’intervallo ha provato ad inserire anche Henry, ma la mossa non ha sortito gli effetti sperati. Poi, a dodici minuti dalla fine, Djorou stende Ibra in area. Sul dischetto si presenta lo stesso svedese e realizza il definitivo 4-0. I quarti sono praticamente ipotecati.

Photo credits | Getty Images

Commenti (14)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>