Arbitri, parla Nicchi: “Le polemiche arbitrari hanno stufato”

di Stefano Rodinò 1

Dopo un’ altra giornata di serie A condita dalle solite polemiche arbitrari, è intervenuto il presidente dell’ AIA Marcello Nicchi, che ha voluto dire la sua quando siamo ormai a fine campionato, lodando la classe arbitrare e ricordando che le polemiche come quella sul  gol di Muntari stanno stufando la gente, con una chiara frecciata all’allenatore del Milan Massimiliano Allegri che anche ieri è tornato su quell’ episodio.

PROMOSSI Le prime parole rilasciate durante un convegno organizzato dalla Lega di Serie B sono state di elogio verso tutti gli arbitri che quest’anno hanno svolto il loro lavoro:

Il nostro campionato lo abbiamo già vinto, i giovani si stanno facendo strada, i più esperti si stanno confermando, chi ha sbagliato sta recuperando. Non facciamo che portare in giro serenità e regolamento, qualche volta capita di sbagliare ma c’é una classe arbitrale libera, terza, trasparente, lineare, che lavora ogni giorno per dare il miglior servizio, come stiamo facendo

IL GOL DI MUNTARI La  volata scudetto tra Milan e Juventus è sicuramente appassionante, ma si è portata dietro una scia di polemiche dal gol annullato ingiustamente a Muntari che non sembra esaurirsi. Il Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri è stufo di sentire sempre le stesse dichiarazioni e non risparmia una frecciata a Massimiliano Allegri:

Le battute e i continui riferimenti sul gol di Muntari cominciano a stufare la gente. Ci troviamo di fronte a due grandissime squadre che stanno facendo un grandissimo campionato, con due allenatori che valgono la capacità di condurre questi team. Sarebbe bello se tutti si concentrassero maggiormente su che succede tutti i giorni, di un calcio bello, di un campionato entusiasmante. Credo comunque si tratti solo di battute e così vanno prese, altrimenti diventerebbero stucchevoli

CALCIOSCOMESSE Infine Nicchi è soddisfatto di come la classe arbitare sia completamente estranea ai fatti che riguardano scommessopoli ed il calcioscommesse:

Siamo orgogliosi del fatto che queste cose non ci riguardano. Come sportivi non siamo parte lesa ma dispiaciuta, perché questo non é sport ma malversazione. Su tutto ci saranno i dovuti approfondimenti ma la classe arbitrale e’ lontanissima da questi episodi.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>