Costa d’Avorio – Portogallo 0 – 0 – Mondiali 2010

di Marco Mancini 4

Chi si aspettava un dominio del Portogallo e la partita classica delle squadre africane tutta attesa e contropiede per la Costa d’Avorio sarà rimasto deluso. La nazionale portoghese è tutta nei piedi di Cristiano Ronaldo, unico in grado di far partire l’azione, dare l’ultimo passaggio e segnare. Ma siccome un giocatore solo non può fare tutto questo contemporaneamente, gli uomini di Queiroz non sono mai convincenti.

Ci mette poco la Costa d’Avorio a capirlo, ed infatti dopo i primi 15 minuti, prendono la partita in mano e dominano in lungo e in largo. La tattica così diventa semplice: picchiare Cristiano Ronaldo. Nonappena l’ex Pallone d’Oro viene bloccato, i portoghesi non hanno più modo di uscire dalla loro area, e gli ivoriani li schiacciano per tutto il primo tempo. Si sente però la mancanza di Drogba, perché le azioni si susseguono, ma manca sempre quello che spinge il pallone in rete. E così in tutto il primo tempo si registra solo una conclusione verso la porta, effettuata ovviamente da CR7, che si stampa sul palo.

Nella ripresa il copione non cambia, e così Eriksson decide di lanciare nella mischia Drogba, anche se non al meglio. Ma l’attaccante del Chelsea entra tardi, la squadra è stanca e non regge più i ritmi iniziali. E’ proprio lui ad avere l’ultima chance, ma una chiusura difensiva ottima di Carvalho gli strappa il gol da tre punti. Finisce 0-0, un pareggio tutto sommato giusto.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>