Champions League quarti di finale ritorno: Ronaldo-gol, avanti Manchester United. Arsenal, tris da semifinale

di Moreno Commenta

Porto-Manchester United 0-1

Arsenal-Villareal 3-0

Porto-Manchester United: gara delicatissima per gli inglesi che devono assolutamente vincere – o pareggiare con più di due reti all’attivo – per strappare la qualificazione in semifinale e raggiungere i connazionali del Chelsea (a cui capiteranno i favoritissimi del Barcellona). Bastano 6′ a Cristiano Ronaldo per mettere in mostra le motivazioni per le quali è stato insignito dell’ultimo Pallone d’Oro: il centrocampista fa partire un bolide da 35 metri che si insacca sotto l’incrocio dei pali.

A condannare il Porto, fin da subito, è il portoghese più famoso del calcio. Nonostante lo svantaggio, Bruno Alves e compagni premono sull’acceleratore alla ricerca del pari, ma gli ospiti riescono a difendere il vantaggio nel migliore dei modi. Insuperabili Vidic e Ferdinand, poco sicuro Van der Saar un cui svarione rischia di compromettere tutto. Solita prova generosa di Rooney che ad inizio ripresa si prodiga in una serie di sortite offensive svanite per questione di centimetri. I padroni di casa pressano gli inglesi cercando di filtrare nelle maglie della difesa ma nè Lopez nè Hulk trovano il guizzo decisivo. Gli ultimi 15′ sono di pura sofferenza: Manchester preoccupato di difendere il vantaggio cercando il colpo del k.o. in contropiede, Porto con spiccata propensione all’attacco seppur incapace di finalizzare quanto di buono prodotto dal reparto di mediana. A 5′ dal termine occasionissima per i locali: palla-gol per il Porto con tiro di Gonzalez che arriva direttamente a Van der Sar, bravo a fermare il pallone. Dopo 3′ di recupero, il triplice fischio manda alle stelle il Manchester United.

Arsenal-Villareal: il Liverpool è fuori dalle semifinali solo perchè ha affrontato un’altra inglese, ma la prova di forza che il calcio d’Oltremanica ha mostrato questa sera è inconfutabile. Passano tutte, Arsenal compreso, e gli stessi Reds escono a testa alta dopo il rocambolesco 4-4 contro i Blues. Nel quarto tra gli uomini di Wenger e il Villareal, non c’è storia. Il risultato parla chiaro e racconta un incontro mai in discussione, nel corso del quale i Gunners hanno saputo sbloccare in fretta il risultato con Walcott: è il 10′ della prima frazione quando un geniale colpo di tacco di Fabregas smarca il centrocampista, il quale con un elegante pallonetto supera Diego Lopez. Scarsa la reazione ospite, poco spazio per Giuseppe Rossi e Pires; dall’altra parte, Arsenal tatticamente perfetto e padrone del campo grazie ad un possesso palla dalle percentuali quasi piene. Nella ripresa sono ancora i locali ad insistere nel tentativo di chiudere l’incontro e il talento dei ragazzi di casa viene nuovamente fuori. Al 15′ il raddoppio dell’Arsenal, bravo a sfruttare una bella azione corale: Van Persie in area per Adebayor che stoppa e di estremo destro infila alla sinistra dell’estremo avversario. Al 24′ si chiude il match: fallo in area di Erguen su Walcott. Rosso al calciatore ospite e rigore per l’Arsenal. Van Persie, specialista dagli 11 metri, non sbaglia e mette il pallone alla sinistra di Lopez. C’è tempo per elogiare la tenacia di Rossi, ultimo ad arrendersi, e la gioia del pubblico di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>